lunedì 27 ottobre 2014

Mini Brioche al Farro

Dopo il primo esperimento ben riuscito (le girelle all'uvetta) eccomi di nuovo alle prese con la pasta brioche... questa volta ho preparato dei carinissimi mini cornetti al farro. Piccole e soffici brioche per la colazione o l'ora del the!! Io li ho farciti in due modi: con della crema di nocciole e con della marmellata... per soddisfare i gusti di tutta la famiglia!!

 Brioche al Farro

Ingredienti per circa 24 mini brioche o 12 brioche normali:

  • 300 g farina manitoba (o tipo 1)
  • 200 g farina di farro 
  • 12 g di lievito di birra fresco (1/2  cubetto)
  • 150 g latte intero a temperatura ambiente (o latte vegetale)
  • 100 g burro morbido (o margarina)
  • 2 uova
  • 80 g zucchero di canna
  • 1 cucchiaio di miele
  • 9 g di sale

Inserire nella planetaria (con il gancio) le farine setacciate, il lievito sciolto in un bicchiere di latte riscaldato e il restante latte a temperatura ambiente. Azionare la macchina e lasciare amalgamare per qualche secondo. Senza spegnere la macchina aggiungere il miele e le uova, una alla volta. Infine aggiungere il burro a piccoli pezzi. Una volta che quest'ultimo sarà completamente assorbito, aumentare la velocità e lavorare per 10-20 minuti finché l'impasto non sarà ben incordato e si staccherà completamente dal cestello. Disporre l'impasto in una ciotola asciutta e pulita, coprilo con la pellicola per alimenti a contatto e lasciare lievitare all'interno del forno spento (l'ideale sarebbero 26°C) per circa 2 ore. L'impasto, al termine del tempo, avrà triplicato il suo volume.

 Brioche al Farro


Stendere l'impasto su di una spianatoia infarinata fino ad ottenere un rettangolo con uno spessore di 8 mm circa. Dividere il rettangolo a metà lungo al parte più larga formando due rettangoli più stretti. Dividere a loro volta i rettangoli in 6 parti questa volta lungo il lato più corto. Ogni rettangolino verrà diviso in due parti con un taglio diagonale. Arrotolare i triangoli partendo dalla base tirando leggermente l'impasto dalla punta in modo da allungare la forma e creare più giri.


Lasciar lievitare le brioche per circa un'oretta. Cuocere a 180°C fino a doratura. Una volta tiepidi potete tagliarli a metà e farcirli con ciò che vi piace di più oppure semplicemente spolverizzarli con lo zucchero a velo. L'ideale è mangiarli appena sfornati, ma se vi avanzano scaldateli leggermente nel forno e saranno come appena fatti!!!!

Share:

lunedì 20 ottobre 2014

Una bellissima sorpresa... il premio LIEBSTER AWARD!

Il premio LIEBSTER AWARD è un premio dedicato alle piccole blogger come me, e serve per poter far conoscere i blog in crescita e anche chi sta dietro alle ricette. Ringrazio Gabriella del blog pasticciandopasticciando.blogspot.it che mi ha gentilmente nominato!!!


Chi lo riceve deve rispondere a 10 domande e nominare a sua volta altri dieci blog...

1) Perchè hai aperto il blog?
Cuor di Ciambella è nato perché stavo cercando un modo per raccogliere le mie ricette, poi mi sono chiesta perché non condividere? E così ci ho provato... ho aperto il blog!

2) Ci parli un po' delle tue passioni.
La mia principale passione è la pasticceria, adoro fare i dolci, ma non tanto quelli decorati o il cake design, mi piacciono i dolci semplici e genuini e in particolare quelli da forno, alla quale aggiungo sempre il mio tocco!

3) Quanto pensi che i commenti e le interazioni siano utili per un blogger e in che modo?
Credo che le interazioni siano la parte umana di quella che può essere una lista di ricette, a me hanno permesso di conoscere tante persone e carine e blog meravigliosi. Ho ricevuto complimenti, consigli e spunti per nuove idee per questo credo che siano molto importanti per far crescere il blog!

4) Di cosa parli nel blog?
Principalmente di ricette e in particolare di dolci! Poi ogni tanto scrivo anche di scienza in cucina ed esperienze culinarie!

5) Hai creato un rapporto di amicizia con altre blogger?Vi siete mai conosciute personalmente?
Diciamo che dopo che ho creato un profilo Instagram per il blog sono più in contatto con altre blogger, ma non ho mai conosciuto personalmente nessuna.

6) Come immagini il tuo blog tra due anni? Vorresti vederlo crescere/cambiare in qualche modo?
Vorrei cercare di migliorare per quanto riguarda la fotografia, ma mantenere lo stile e il tipo di ricette che propongo. Vorrei avere sempre più lettori con la quale condividere la mia passione!

7) La cosa che sai fare meglio?
Mettere il cuore nelle mie preparazioni.

8) Quanto tempo dedichi al tuo blog?
Ultimamente abbastanza perché ho vissuto il periodo di stacco tra gli studi e il lavoro, ma fortunatamente tra pochissimo comincerò a lavorare e dopo il tempo sarà sicuramente meno!

9) Come nascono i tuoi post?
Nascono dalle cose che preparo per la persone che amo.

10) Un saluto a chi ti legge.
Un grazie a tutti i miei sostenitori... continuate a seguire CuordiCiambella!!


Ed ecco le mie nomination (l'ordine è casuale):




Buona giornata!!!

Share:

mercoledì 15 ottobre 2014

Spaghetti integrali alla crema di Zucca e Ricotta con Prosciutto Crudo e Semi di Papavero

L'autunno è arrivato... e io adoro questa stagione... colori magnifici, sole tiepido e prodotti fantastici! Tra questi ultimi c'è la zucca... un'ortaggio veramente versatile che oggi vi propongo sotto forma di crema come condimento per una sana pasta integrale! Ho aggiunto cremosità con la ricotta, sapidità con il prosciutto crudo e croccantezza con i semi di papavero... un equilibrio perfetto di colori e sapori!!

Spaghetti integrali alla crema di Zucca e Ricotta con Prosciutto Crudo e Semi di Papavero


Ingredienti per 4 persone:

  • 320 g spaghetti integrali
  • 300 g di zucca
  • 100 g ricotta
  • 6 fette di prosciutto crudo
  • 50 g di parmigiano grattugiato
  • semi di papavero q.b.

Tagliare a cubetti la zucca, chiuderla in un cartoccio di carta stagnola e cuocerla in forno a 200°C per circa 20 minuti. Nel frattempo che l'acqua bolle, con un mixer ad immersione, frullare la zucca con la ricotta, il parmigiano grattugiato, un filo di olio e sale a piacere. Tagliare striscioline il prosciutto crudo e tenerne un po' da parte per la decorazione. Cuocere la pasta e saltarla in padella con la crema di zucca e aggiungere all'ultimo il crudo. Impiattare e guarnire con il prosciutto messo da parte e i semi di papavero. Se preferite un'alternativa vegetariana, sostituite il prosciutto crudo con delle chips di zucca fatte friggendo delle sottilissime fette.

Buon Appetito!!


Share:

martedì 14 ottobre 2014

Girelle con Marmellata e Uvetta

Oggi vi voglio mostrare il risultato della mia prima volta con la pasta brioche... devo dire che sono veramente molto soddisfatta!!! Queste preparazioni richiedono tempo, ma ne vale veramente la pena!!! Io ho voluto fare delle girelle semplici con marmellata e uvetta, ma potete arricchirle con crema, gocce di cioccolato o quel che più vi piace! Rispetto ad altri dolci le brioche andrebbero sfornate e mangiate subito per apprezzare al meglio il loro aroma e la loro sofficità!!!

Girelle con Marmellata e Uvetta

Ingredienti per circa 12 girelle:
  • 200 g farina 00
  • 300 g farina manitoba
  • un pizzico di sale
  • 15 g di lievito di birra
  • 50 g di zucchero
  • 100 g di burro ammorbidito
  • 2 uova
  • 200 ml di latte intero

per il ripieno:
  • 200g di marmellata (o crema pasticcera fredda)
  • 100 g di uvetta sultanina 

per la glassa:
  • 40 g di zucchero semolato
  • 60 ml acqua

Girelle con Marmellata e Uvetta

Preparare l'impasto delle brioche iniziando sciogliendo il lievito di birra nel  latte tiepido. Versate nell'impastatrice la farina, lo zucchero, il latte con il lievito e le uova una alla volta. Impastare per circa 5-6 minuti. Aggiungere poi il sale, il burro morbido e continuare a lavorare per 10 minuti al minimo della velocità. Una volta che l'impasto risulta morbido e compatto coprire con pellicola per alimenti e lasciare lievitare al caldo fino a raddoppio del volume. Nel frattempo ammollare l'uvetta.
Stendere l'impasto su un piano infarinato cercando di ottenere un quadrato di circa 30 cm per lato. Ricoprire la sfoglia con la marmellata e le uvette (private del liquido in eccesso) lasciando un un cm vuoto lungo tutti i lati. Arrotolare e ricavare le girelle. Coprire con pellicola per alimenti e lasciare lievitare per circa 40 minuti. Cuocere in forno caldo a 180-200°C per circa 15 minuti o fino a doratura. Lasciare intiepidire le girelle su di una gratella per dolci e nel frattempo preparare la glassa facendo bollire per 2-3 minuti l'acqua con lo zucchero (si deve ottenere la consistenza corposa dello sciroppo). Una volta che la glassa si è intiepidita pennellare le girelle.

Girelle con Marmellata e Uvetta

Sono ottime tiepide... e se vi dovessero avanzare scaldatele in forno per pochi minuti!!
Share:

giovedì 9 ottobre 2014

Barrette ai Cereali (avena) fatte in casa!!

A che non piacciono le barrette ai cereali, snack veloci e facili da portarci dietro nelle lunghe giornate fuori casa. Perfette prime della palestra o come golosa e sana merenda!!! Oggi vi voglio proporre la ricetta per preparare queste facilissime e salutari barrette all'avena. Io le ho arricchite con mandorle, bacche di goji e semi oleosi ma potere utilizzare ciò che più vi piace! Una volta provate non comprerete più quelle confezionate...ve lo garantisco!!! Sane ed energetiche, ma soprattutto buonissime!!

Barrette ai Cereali

L'avena è fonte di carboidrati a lenta digestione e questo permette di avere energia a lungo termine ed un picco glicemico molto basso, inoltre è ben tollerata da chi non è estremamente amico con il glutine!! Ha un elevato contenuto di fibre e riduce il colesterolo.

Ingredienti per circa 16 snack:
  • 50 g di olio vegetale
  • 20 g burro di arachidi (o altro olio vegetale)
  • 100 g di miele
  • 180 g fiocchi d'avena
  • 40 g di crusca (o altra avena)
  • 50 g di mandorle tritate grossolanamente (o altra frutta secca)
  • 50 g di mix di semi oleosi (girasole, sesamo, lino, chia, ecc..)
  • 30 g di bacche di goji (o mirtilli essiccati)

Barrette ai Cereali

In un pentolino unire l'olio con lo zucchero, il burro di arachidi ed il miele, mescolare in continuazione e portare ad ebollizione finché lo zucchero non sarà sciolto. Io ho utilizzato olio evo e miele d'acacia, ma potete scegliere in base ai vostri gusti. Nel frattempo accendere il forno a 180°C. In una terrina mettere l'avena, la crusca, le mandorle tritate grossolanamente, i semi oleosi, le bacche di goji e miscelare il tutto. Aggiungere agli ingredienti secchi il composto di olio e miele e mescolare bene bene finché il tutto non sarà omogeneo. Per rendere le barrette a prova di taglio io utilizzo lo stampo per muffin con dei pirottini di carta. In questo modo doso già le porzioni pre cottura ed evito di sbriciolare la barretta tagliandole. Quindi suddividere il composto in 16 pirottini e compattarlo bene livellandolo con il dorso di un cucchiaio. Fate in modo che lo spessore non superi i 2 cm. Mi raccomando lo spessore è molto importante perché se è troppo spesso si rischia di non asciugare bene le barrette all'interno. Cuocere per circa 20 minuti o fino a doratura.

Barrette ai Cereali

Togliere le barrette dagli stampi solo una volta che il composto di avena è completamente freddo.
Il mio consiglio: se volete rendere la barretta più golosa creare dei decori sulla superficie con del cioccolato fuso. Ricoprite le vostre barrette con carta forno o pellicola per alimenti oppure conservatele in un barattolo di latta e rimarranno perfette per parecchi giorni!!

Barrette ai Cereali

Share:

sabato 4 ottobre 2014

Torta Cioco-Pera Leggerissima... senza Latte e senza Uova!!

Buon Sabato a tutti... il weekend finalmente è arrivato e ovviamente non può mancare il dolce!! Oggi vi propongo una torta gustosa e leggera che NON ha UOVA ne LATTE, ma veramente molto soffice e golosa!!! La base al cacao l'ho imparata ad un corso sui dolci light che ho fatto poco tempo fa, che poi ho rivisitato a mio gusto aggiungendo le pere e il rum, sostituendo parte dello zucchero con lo sciroppo d'acero e scegliendo di utilizzare il latte di avena per l'impasto... che nella categoria dei latti vegetali è quello che preferisco!!!

Torta Cioco-Pera Leggerissima... senza Latte e  senza Uova!!


 Ingredienti per 2 torte (con diametro di 22 cm):

  • 300 g farina tipo 0 o farro
  • 120 g cacao (la ricetta originale prevede 200 g)
  • 180 g di zucchero di canna
  • un pizzico di sale
  • 1 bustina e 1/2 di lievito (circa 24 g)
  • 400 ml latte di avena
  • 50 ml di rum
  • 2 pere Kaiser
  • 1 cucchiaio di confettura di pere (qui la ricetta)

In una terrina capiente (o planetaria) inserire tutti gli ingredienti secchi: farine e lievito setacciati, zucchero di canna, un pizzico di sale, il cacao e miscelare con una frusta fino a rendere le polveri omogenee. Aggiungere poi il rum e il latte a temperatura ambente. Continuare a mescolare con la frusta fino ad ottenere un composto liscio e e ben amalgamato.

Torta Cioco-Pera Leggerissima... senza Latte e  senza Uova!!

Io ho suddiviso l'impasto in due tortiere ricoperte di carta forno del diametro di 22 cm, ma se volete fare un'unica torta più grande (di circa 28 cm) vi consiglio di ridurre di 1/3 le dosi dell'impasto. Sbucciare e tagliare a fette sottili le pere e disporle sulla torta a raggiera. Infornare a forno pre-riscaldato a 180°C  per circa 25 minuti. In ogni caso fate sempre la prova stecchino prima di togliere la torta dal forno. Appena sfornata spennellare con marmellata di pere leggermente riscaldata, così otterrete una torta lucida e ancora più golosa!

Share:

mercoledì 1 ottobre 2014

Muffin leggeri con Limone e Semi di Papavero

Desiderate un dolcetto soffice e morbido, che profuma di limone e che ad ogni morso risvegli le vostre papille gustative? Allora questa ricetta è ciò che cercate. I semi di papavero danno una croccantezza e un gusto unico oltre ad essere visivamente favolosi e con il limone sono un connubio perfetto!! Soffici e leggeri (senza burro) ideali per l'ora del the.

Muffin Limone e Semi di Papavero

Ingredienti per 12 muffin:
  •  220 g di farina 0
  • 10 g di lievito in polvere
  • 3 uova grandi
  • 180 g di zucchero semolato
  • 80 ml di succo di limone
  • la scorza di un limone piccolo
  • 180 ml di olio (evo, di semi, di riso, ecc...)
  • 1 cucchiaio di semi di papavero
  • 1 pizzico di sale


In una terrina battere le uova con lo zucchero con uno sbattitore elettrico fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso. In una ciotola a parte emulsionare l'olio con il succo di limone. Aggiungere il composto di olio e limone alle uova e poi la farina setacciata con il lievito.

Muffin Limone e Semi di Papavero


Infine completare con i semi di papavero, la scorza di limone e il pizzico di sale. Trasferire il composto in 12 stampi per  muffin e cuocere a forno caldo per circa 15 minuti a 180°C. Fare la prova stecchino per assicurarsi che siano cotti.


Il mio consiglio: se volete fare una torta invece che le monoporzioni potete usare uno stampo da plumcake e prolungare la cottura fino a 40 minuti. Io invece ho deciso di fare dei mini muffin, ideali per un buffet!


Godetevi ogni morso di queste soffici bontà...

Share:

domenica 21 settembre 2014

Tartufini di Ciambella Romagnola, l'arte del riciclo!

La Domenica è un giorno speciale, in cui non deve mai mancare il dolce, spesso è un dolce al cucchiaio oppure una bella ciambella romagnola. Dal lunedì però si torna e regime la ciambella staziona nella dispensa.  Dopo qualche giorno ovviamente la ciambella inizia ad asciugarsi e spesso finisce nel bidone, ma che spreco!! Un ottimo riciclo sono i tartufini!!!! Ovvero piccole e golose palline che si ottengono impastando le briciole di torta o ciambella (per me ciambella romagnola) con marmellate, confetture o crema di nocciole. In questo caso li ho resi golosi al massimo utilizzando della crema di nocciole e del cacao come guarnizione!! 

Tartufini di Ciambella

Ingredienti per circa 25 tartufini:
  • 1 ciambella romagnola (per la ricetta vi rimando al link la vera ciambella romagnola dove gli ingredienti sono per una dose doppia di ciambella!!!!)
  • 8 cucchiai di crema di nocciole
  • cacao amaro q.b.


Con le mani sbriciolare, in una terrina, la ciambella fino a renderla una granella fine. Aggiungere la crema di nocciole e impastare bene il tutto! Create dal composto palline ben compatte (con un diametro di 2 cm circa). Lasciare riposare le palline in frigorifero per circa 20 minuti. Trascorso il tempo di raffreddamento, rotolare le palline nel cacao amaro fino a coprire tutta la superficie.

Tartufini di Ciambella

Ed ecco qua i nostri tartufini pronti da gustare!!!! Questa ricetta è ottima per riciclare torte e ciambelle avanzate e dare una seconda vita al vostro dolce trasformandolo in golosi finger food da gustare da soli o in compagnia!!

Share:

mercoledì 3 settembre 2014

Confettura (o "alla romagnola" Marmellata) di Pere e Cannella

Settembre è arrivato, l'aria è più fresca e i colori della natura iniziano a cambiare... nuova stagione e nuovi sapori...e quale frutto rappresenta di più l'autunno se non la pera?? Ed ecco per voi questa favolosa confettura di pere Williams e Cannella. I pezzetti all'interno di questa delizia fanno assaporare ancora di più il gusto della pera e l''accostamento con la cannella é eccezionale!! 

Confettura di Pere e Cannella

Ingredienti per circa 5 vasi di media grandezza:

  • 2 Kg di Pere Williams pulite e tagliate a tocchetti
  • 600 g di zucchero
  • 1 limone tagliato a metà
  • 1 cucchiaino di cannella

Confettura di Pere e Cannella

In una pentola larga e con fondo spesso (è fondamentale per questo tipo di preparazioni) versare i cubetti di pera, lo zucchero e le due metà intere del limone. Porre sul fuoco e il gioco è fatto!!! Mescolare di tanto in tanto per far si che la confettura (o marmellata) non si attacchi sul fondo della pentola. Diciamo che non vi è una tempistica di cottura precisa, perché dipende anche dal tipo di pentola che utilizzate, comunque dopo circa 40 minuti fare la prova del piattino, ovvero porre un cucchiaino di confettura (che vi sembrerà ancora molto liquida) in un piatto di ceramica, lasciare raffreddare e inclinare il piatto. Se la confettura non cola significa che è pronta. Ripetere la prova del piattino ogni tanto fino a consistenza desiderata.

Confettura di Pere e Cannella

Una volta che la confettura è pronta versarla ancora bollente in vasi di vetro sterilizzati. Chiudere e capovolgere subito a testa in giù in modo che il calore crei il sottovuoto (l'aria racchiusa nel barattolo inizialmente è calda e ha un volume maggiore, quando si raffredda e diminuisce il volume si crea il sottovuoto, ovviamente il tappo deve sigillare bene)!!! Lasciare raffreddare i vasi capovolti. Otterrete un concentrato di dolcezza autunnale da spalmare sul pane, farcire dolci o mangiare a cucchiaiate!!!!

Share:

venerdì 29 agosto 2014

Healthy Muesli Cookies (Biscotti al Muesli)

Ed eccomi di nuovo qua con un'altra ricettina super-salutare, è si... credo che mi stia venendo una vera propria fissa per l'healthy food! Questi biscotti sono ricchi di fibre e con pochissimi grassi! La dolcezza di questi dolcetti è data dal miele e dalla frutta secca presente nel muesli (eventualmente potete aggiungere dell'uvetta appassita). Ovviamente con l'utilizzo della farina 100% integrale il biscotto risulta abbastanza compatto, ma potete sostituire del tutto o in parte con farina raffinata per renderlo più leggero. Questi biscotti sono l'ideale per iniziare la giornata con energia e leggerezza o perché no come spuntino pre-sport!!

Healthy Muesli Cookies (Biscotti al Muesli)

Ingredienti per 24 biscotti:
  • 300 g di muesli alla frutta
  • 180 g farina di grano tenero tipo 0
  • 120 g farina di farro integrale
  • 5 cucchiai di miele (4 possono bastare a mio gusto) o sciroppo d'agave (per la versione vegan)
  • 100 ml di olio 
  • 120 ml di latte vegetale
  • 1 bustina di lievito per dolci

Healthy Muesli Cookies (Biscotti al Muesli)

Il procedimento è semplicissimo... versare tutti gli ingredienti in una terrina capiente e impastare con le mani fino ad ottenere un composto compatto e appiccicoso. Formare delle palline con un diametro di circa 2-3 cm, appiattire poi con il palmo della mano. Porre i biscotti in una placca ricoperta di carta forno. Cuocere a forno ventilato a 180 °C per circa 10-15 minuti.

Healthy Muesli Cookies (Biscotti al Muesli)

Potete tuffarli in una tazza di the o latte caldo oppure sbriciolarli nello yogurt!
Buoni, salutari, e super energetici!!! 

Share:

giovedì 28 agosto 2014

Salmone al Cartoccio con Porri, Erbe Aromatiche e Semi Oleosi! Per un pieno di Omega 3!

Oggi vi voglio proporre una veloce, salutare, ma gustosa idea per il pranzo o la cena. Un cartoccio con porri, salmone, erbette aromatiche e semi oleosi! In circa mezz'ora avrete un pasto sfizioso che farà bene alla vostra salute!! Come noto il salmone è ricco di omega 3 o acidi grassi essenziali. In questo caso gli omega 3 sono in forma attiva (quello dei vegetali viene trasformato in forma attiva dall'organismo) e sono: l'EPA (acido esicosapentaenoico) e il DHA (acido docosaesaenoico) che agisco assieme per proteggere l'apparato cardiovascolare, migliorare il benessere delle arterie, ridurre i trigliceridi, diminuire il rischio di trombi, e di alcuni parametri dell'infiammazione e dello stress ossidativo. E dopo questo breve excursus sui benefici del salmone ecco la ricetta...



L'utilizzo del cartoccio per la cottura fa si che il salmone mantenga tutto il suo gusto e le sue proprietà e in più limita l'utilizzo di grassi.

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 porro grande (io non lo avevo quando ho fatto queste foto ma credetemi da un tocco in più)
  • 600 g di salmone in un unico filetto
  • erbe aromatiche come salvia, timo e rosmarino
  • un cucchiaio di semi oleosi (sesamo bianco, nero, lino e papavero)
  • un cucchiaino di olio
  • sale q.b.


Togliere la pelle e le eventuali spine dal filetto di salmone. Se volete fare delle mono porzioni dividete il salmone in bocconcini di dimensioni di circa 4x4 cm. Sciacquare e togliere il primo strato al porro. Tagliarlo a rondelle sottilissime. Preparare 1 foglio abbastanza grande di carta forno. Su quest'ultimo porre le rondelle dei porri, poi il filetto di salmone e in ultimo le erbe ed i semi. Salare a piacere e irrorare con un filo di olio evo. Chiudere il cartoccio sovrapponendo due lati e arrotolando verso il basso i lembi esterni. Incastrate i lembi chiusi sotto il cartoccio per fare in modo che non si apra durante la cottura. Cuocere a 200°C per circa 25-30 minuti. Basteranno sono 20 minuti per le mono porzioni.



Servire il salmone direttamente nel cartoccio aprendolo sulla superficie e buon appetito!! Se volete un'alternativa più fresca vi propongo anche il salmone con rucola e pomodorini!

Share:

mercoledì 27 agosto 2014

Crostata alle Mandorle con Amaretti e Pesche Nettarine di Romagna

Ormai (fortunatamente) siamo tutti più interessati alla provenienza della materia prima che utilizziamo per i nostri piatti. Quello che consiglio vivamente è il Km 0, ovvero acquistare prodotti di stagione direttamente dai contadini. Accertatevi che facciano un'agricoltura consapevole e controllata e via libera agli acquisti... prodotti più freschi, sani ed economici rispetto ai supermercati; oppure affidatevi a rivenditori di frutta e verdura di fiducia che acquistano a livello locale. A proposito di Km 0 oggi vi propongo una ricetta dolce per valorizzare uno dei prodotti della mia campagna: la NETTARINA di ROMAGNA. Una pesca dolce e croccante ottima così com'è e deliziosa per farcire le crostate!!!! Per dare un tocco in più ho voluto aromatizzare la frolla sostituendo parte della farina con la farina di mandorle, la crostata risulterà più friabile e aromatica... assolutamente da provare!

Crostata alle Mandorle con Amaretti e Pesche Nettarine di Romagna

Ingredienti:

per la frolla alle mandorle
  • 100 g farina di mandorle
  • 400 g farina 0
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 160 g di burro a temperatura ambiente
  • 2 uova
  • 200 g di zucchero

per la farcitura
  • 3 cucchiai di marmellata di pesche 
  • 2 pesche nettarine di Romagna
  • 50 g amaretti
  • mandorle a lamelle q.b.
  • zucchero a velo q.b.

Crostata alle Mandorle con Amaretti e Pesche Nettarine di Romagna


In una terrina mettere le farine, lo zucchero, le uova, e il burro freddo a pezzetti. Di buona lena mettere le mani in pasta ed impastare fino ad ottenere un composto omogeneo. Una volta che si è riusciti a formare un panetto, avvolgerlo nella pellicola per alimenti e porla in frigorifero per 60 minuti circa. Stendere la frolla con uno spessore di 5-6 mm e posizionarla nello stampo. Infornare a 180°C per circa 20 minuti. Togliere la crostata dal forno, farcire con la marmellata, le pesche a fettine, gli amaretti sbriciolati, le mandorle a lamelle e decorare con strisce di pasta frolla. Cuocere per altri 20 minuti. Una volta fredda spolverizzare di abbondante zucchero a velo.

Crostata alle Mandorle con Amaretti e Pesche Nettarine di Romagna

Il mio consiglio: servire la crostata con una pallina di gelato alla crema.
Se dalla crostata vi avanza della frolla (come quasi sempre accade) potete farne dei fragranti biscotti, ottimi per la colazione!! 

Share:

mercoledì 20 agosto 2014

Locanda alla Mano... e Cena Perfetta!!

Tra i tag del blog c'è anche  esperienze culinarie, ma poi, nonostante abbia frequentato dei bellissimi posticini, ho sempre dato spazio più alle ricette che al resto. Per cui visto che da vera FOODBLOGGER e FOODLOVER fotografo ogni cosa che mangio :-) ho materiale sufficiente per rimboccarmi le maniche e fare qualche recensione dei miei posti preferiti o che secondo me meritano una visita. Ovviamente voglio sponsorizzare i luoghi della mia regione per cui le mie recensioni si baseranno sul territorio della Romagna. Quindi se siete nei paraggi... date un'occhiata!!!!


Oggi vi voglio proporre la LOCANDA ALLA MANO  (www.locandaallamano.it), un localino perfetto per una cena romantica o in compagnia di amici per una serata rilassante all'insegna del buon cibo. Un posticino con pochi tavoli, in cui l'atmosfera è famigliare e un po'magica. Si è sempre gentilmente accolti da Lorena che  una volta accomodati vi presenta il menù (che cambia ogni giorno in base alla fantasia di Giovanni, lo chef) ed essendo esperta di vini vi consiglierà cosa bere in accompagnamento alle vostre scelte! Oltre a poter ordinare le portate che desiderate alla Locanda alla Mano vi è la possibilità di fare una degustazione dall'antipasto al dolce con ciò che preferite... ed è ciò che io consiglio!!! La cucina è a vista per cui durante la serata avrete la possibilità di osservare lo chef Giovanni all'opera... che prepara pietanze sempre squisite con prodotti di stagione e di qualità. Piatti semplici e raffinati... curati nel minimo dettaglio!!! D'estate c'è anche la possibilità di cenare all'aperto! Posso solo dire che è uno dei miei locali preferiti e so che ogni volta che vado ne uscirò soddisfatta!!! Queste foto sono di qualche tempo fa, ma in questa serata mi sono impegnata come fotografa all'ennesima potenza :-) !!! 
Ecco un esempio del menù degustazione...


come sempre durante l'attesa un piccolo omaggio dello chef...




 culatello di zibello con flan tiepido di scquacquerone e cipolla di tropea caramellata


 tortellini di cacio e pepe alle zucchine e mentuccia


 filetto di vitellino con fagiolini al balsamico d'arancia


ovviamente il dessert...


 torta al cioccolato con gelato alla vaniglia (prima versione)


 torta al cioccolato con salsa alla pera (seconda versione)


e come finire meglio se non con una moka di caffé???



La cordialità di Giovanni, Lorena e i loro collaboratori e il cibo spettacolare rendono l'esperienza alla Locanda sempre unica!!


Ristorante Locanda alla Mano
Via della Repubblica 16/B Forlimopoli (FC)
Share:

martedì 15 luglio 2014

Filetto di Salmone con Pomodorini Rucola e Aceto Balsamico

Ieri ho avuto la fortuna di passare una rilassante giornata a casa di una carissima amica. Sara è una di quelle persone sulla quale so di poter contare (oggi cosa molto rara), che nonostante le distanze, gli impegni, il lavoro, e tutto ciò che riempie la vita frenetica di tutti i giorni... lei c'è! A volte basta poco... un messaggio, una chiamata o per noi... un tatuaggio per ricordarci sempre che possiamo contare l'una sull'altra anche se non ci sentiamo o vediamo molto spesso! Essendo un periodo non dei migliori, mi ha gentilmente invitato a passare la giornata nella sua bellissima casa sui colli imolesi e abbiamo deciso di dedicarci a chiacchiere e cucina (stranoooo)! E questo delizioso piatto che vi propongo oggi è stato il nostro pranzetto, semplice, veloce, ma veramente gustoso ed healthy!!!


Ingredienti per due persone:
  • 2 filetti di salmone
  • rucola q.b.
  • pomodorini circa una decina
  • sale q.b.
  • olio evo q.b.
  • aceto balsamico q.b.
  • semi di sesamo q.b.
  • 2 fette di pane integrale 


In una padella antiaderente ben calda versare un filo di olio e posizionare il salmone dalla parte della pelle. Cospargere la superficie del salmone con abbondanti semi di sesamo e sale a piacere. Cuocere il salmone per circa 6-7 minuti (o fino a che il salmone non diventi rosa chiaro per circa metà dello spessore) poi girare il salmone e cuocere per altri 3-4 minuti. L'importante è non cuocerlo troppo per non perdere i suoi succhi e la sua cremosità!! Nel frattempo lavare la rucola e i pomodorini, tagliare questi ultimi a metà o in quattro parti e condire il tutto con olio, sale e abbondante aceto balsamico. Servite i filetti con la rucola, i pomodorini e il condimento delle verdure rimanente! Accompagnare con un buon pane integrale, meglio se fatto in casa (io ho la fortuna di avere un' amica super brava che fa un pane integrale ricco di semi che è favoloso)!!!


Ringrazio di cuore Sara per essere una grandissima amica e ora anche parte del mio blog :-D!!!

Share:

venerdì 4 luglio 2014

"Finta" Frolla allo Yogurt

Buongiorno a tutti... ecco una nuova ricettina, la "finta frolla... vi chiederete perché finta??? Perché ho sostituito il burro, previsto dalla ricetta classica, con lo yogurt (ne ho lasciato solo un briciolo) e ovviamente una frolla senza burro non può essere frolla ed ecco qui il perché di "finta"!!! Questa base la si può utilizzare come una normale frolla per la preparazione di crostate o biscotti e il risultato sarà morbido, soffice con un inteso gusto di yogurt. Anche la quantità di zucchero è minore rispetto la frolla classica, per cui tutto sommato non è un dolce molto pesante!!! Perfetto per la colazione o la merenda!!!



 Ingredienti:

  • 1 vasetto di yogurt bianco al naturale
  • 40 g burro
  • 300 g di farina tipo 1 o farine come farro o kamut
  • 100 g di zucchero
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • 1 uovo
  • un pizzico di sale


In una terrina unire l'uovo leggermente sbattuto con yogurt e il burro a temperatura ambiente. In un'altra ciotola unire farina, lievito (precedentemente setacciati) con lo zucchero e un pizzico di sale. Unire le polveri con i liquidi e impastare fino ad ottenere un composto compatto e omogeneo. Coprire con carta pellicola e lasciar riposare la finta frolla per circa 30 minuti in frigorifero. Via libera a crostate e biscotti!!!!



Share:
© Cuor di Ciambella | All rights reserved.
pipdig