giovedì 28 maggio 2015

Biscotti Vegan con Cocco e Lamponi

Con questi biscotti inauguro una bella collaborazione con Frutta e Bacche, un mondo incredibile di frutta secca, frutta disidratata e piccoli frutti millenari provenienti da tutto il mondo. Nel loro sito troverete una vasta linea di prodotti sani e buonissimi ideali da arricchire dolci preparazioni oppure da gustare in ogni momento della giornata. Io in questa ricetta ho utilizzato i lamponi disidratati (che potete acquistare online) che con il cocco si sposano a meraviglia! In più ho scelto di rendere questi biscotti vegani per poter soddisfare le esigenze e rispettare le intolleanze di molti!


Ingredienti per circa 22 biscotti:
  • 60 g farina di avena
  • 100 g di farina tipo 2
  • 100 g farina di cocco
  • 100 g zucchero di canna
  • 2 cucchiai di olio
  • 100 g latte di cocco (o avena)
  • 6 g lievito per dolci
  • 50 g di lamponi essiccati ( li trovate su Frutta e Bacche )

Biscotti Vegan con Cocco e Lamponi

Reidratare  lamponi con acqua calda ammollandoli per 10 minuti.
Il procedimento è molto semplice, unire tutti gli ingredienti secchi in una ciotola capiente, avendo cura di miscelarli bene con una frusta. A parte scaldare leggermente il latte di cocco, se per caso non fosse a temperatura ambiente e aggiungerci i due cucchiai di olio. Unire i liquidi al composto secco. In ultimo aggiungere i lamponi. Impastare fino a che non avrete amalgamato bene il tutto, lasciar poi riposare il composto in frigorifero per circa 20-30 minuti coperto da pellicola per alimenti. Foderare una teglia con carta forno e con le mani bagnate iniziare a formare delle palline del diametro di due cm circa, schiacciare leggermente e disporre sulla teglia. Proseguire fino ad esaurimento dell'impasto ricordandosi di mantenere umide le mani.

Biscotti Vegan con Cocco e Lamponi

Cuocere a forno pre riscaldato a 180°C per circa 15-18 minuti. Lasciar raffreddare i biscotti su di una gratella per dolci e conservare in vaso di vetro o in una scatola di latta. Si manterranno bene per 5-6 giorni.
Share:

venerdì 22 maggio 2015

Vegan Muffin al Cioccolato (Gluten free)

Chi resiste alla tentazione di un muffin super cioccolatoso???? Io personalmente no, ma tra la prova costume, i grassi saturi, l'eccesso di zuccheri... se vogliamo guardare il livello nutrizionale dei classici muffins al cioccolato i sensi di colpa salgono alle stelle!!! Allora ho deciso di creare un dolce a partire dalla farina di ceci (molto più proteica rispetto alla 00 e con un indice glicemico più basso), con un quantitativo moderato di zuccheri e senza grassi animali. E così sono venuti fuori questi golosissimi muffins vegani al cioccolato fondente!! In famiglia sono piaciuti tantissimo!!! Veloci da preparare, sani e golosi! Adatti anche a chi è intollerante al lattosio, alle uova e al glutine!!!

Vegan Muffin al Cioccolato (Gluten free)

Ingredienti per 12 muffin:

ingredienti secchi:

  • 50 g farina di ceci
  • 50 g fecola di patate
  • 100 g farina di nocciole
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale
  • 30 grammi di cacao amaro

ingredienti liquidi:
  • 250 ml di latte di mandorle 
  • 100 ml di olio di semi
  • 150 g di zucchero di canna o di cocco (quest'ultimo ha un indice glicemico minore)

per decorare:
  • 50 g di cioccolato fondente

Accendere il forno a 180°C. In una ciotola unire gli ingredienti secchi, avendo cura di setacciare il lievito e con una frusta miscelare bene il tutto. In una seconda ciotola unire gli ingredienti liquidi che devono essere tutti a temperatura ambiente, se il latte lo avete in frigorifero scaldatelo leggermente. Una volta che avete amalgamato bene gli ingredienti liquidi, unite questi ultimi agli ingredienti secchi. Tritare grossolanamente il cioccolato e distribuitelo nell'impasto.

Distribuire il composto in 12 stampi per muffins ricoperti con pirottini di carta. Infornare e cuocere per 15-18 minuti. Ovviamente se preparate questi muffins per persone celiache assicuratevi che tutti gli ingredienti siano contrassegnati dal simbolo della spiga barrata e che siano realmente senza glutine!!!


Share:

giovedì 21 maggio 2015

Quando il Cibo è Salute: Insalata di Riso Rosso con Verdure e Pistacchi

Qualche tempo fa ho partecipato ad una serata in cui il noto cardiologo romagnolo, il Dott. Guido Balestra, sponsorizzava la cultura della salute attraverso una dieta semi-vegetariana, con la quale prevenire malattie cardiovascolari, oncologiche e numerose malattie autoimmuni (tiroidite, artrite reumatoide, diabete, colite ulcerosa, ecc.). Ovviamente è una dieta PREVENTIVA ed è riferita a chi possiede già un buono stato di salute, per chi ha patologie conclamate la dieta è sicuramente ottimale, ma va discussa con il medico. Avendo io solo 28 anni e già problemi di tiroide ho deciso di avvicinarmi a questo nuovo tipo di alimentazione con la speranza di ottenere dei risultati. Nasce così la mia nuova rubrica "Quando il Cibo è Salute".
Ma in cosa consiste sostanzialmente questa alimentazione? Le regole sono semplici:
  1. ridurre le proteine animali (questo non significa eliminarle completamente, ma magari ridurle a una sola volta al giorno; con proteine animali si intendono: carne, pesce, formaggi, latticini e uova);
  2. ridurre i grassi, in particolare quelli saturi di origine animale (la quantità totale di grassi non dovrebbe superare i 20-40 g al giorno), utilizzare principalmente olio extra vergine d'oliva a crudo;
  3. ridurre gli zuccheri semplici e i carboidrati raffinati (abolire le farine 00);
  4. Aumentare il consumo di verdura, frutta, legumi, cereali integrali, funghi e in quantità moderate frutta secca e semi oleosi.

Insalata di Riso Rosso con Verdure e Pistacchi

Detto questo, anche io con il mio blog, voglio divulgare questo stile di alimentazione e condividere con voi nuove ricette sane e gustose. Come prima ricetta di questa mia nuova rubrica"Quando il Cibo è Salute"  vi propongo un'insalata di riso rosso integrale con verdure e pistacchi!

Ingredienti per 6 persone:
  • 500 g di riso rosso integrale 
  • 4 zucchine
  • 4 cipollotti freschi (o 1 cipolla)
  • 1 melanzana
  • 2 grappoli di pomodorini ciliegini
  • 2 manciate di pistacchi non salati
  • sale e pepe q.b.
  • olio evo q.b.

Insalata di Riso Rosso con Verdure e Pistacchi

Cuocere il riso in acqua bollente non salata per il tempo descritto sulla confezione (generalmente 30 minuti), una volta scolato condire a piacere con sale e olio extra vergine d'oliva. Nel frattempo lavare e tagliare a cubetti melanzana e zucchine. Tagliare a rondelle il cipollotto, mentre lasciare interi i pomodorini (alcuni anche con il picciolo per rendere il piatto esteticamente più bello). Scaldare una padella ampia e una volta calda, versare circa un cucchiaio di olio e cuocere a fuoco alto le melanzane. Una volta pronte (quando saranno ben rosolate e morbide, servono 10-12 minuti) metterle da parte e nella stessa padella cuocere con un filo d'olio cipollotti e zucchine, dopo circa 5 minuti aggiungere i pomodorini e cuocere per altri 5 minuti sempre a fuoco alto. Unire le verdure e salare a piacere. Condire il riso con queste ultime ed i pistacchi. Ovviamente potete anche aromatizzare il riso con erbe e spezie a vostro piacimento!

Insalata di Riso Rosso con Verdure e Pistacchi

A volte cucinare del cibo sano richiede tempo e pazienza, ma ne vale assolutamente la pena. Un consiglio: preparate questa insalata di riso in abbondanza in modo da avrete il pranzo pronto per un paio di giorni. Ottimo da trasportare sia per il pic nic della domenica che per il pranzo in ufficio!!!

Share:

martedì 19 maggio 2015

Marmellata Fragole e Vaniglia

Maggio è tempo di fragole... e nell'orto di casa mia ce ne sono tantissime!!! Il modo migliore di conservare il dolce gusto di queste succose fragole è quello di farne una confettura (sbagliando la chiamo marmellata, ma non posso farne a meno perdonatemi)! Io la adoro... sul pane, nelle crostate o anche con lo yogurt. Facile, veloce e senza un elevato quantitativo di zucchero grazie all'uso della pectina. Adatta anche per una dieta equilibrata senza eccedere troppo nelle calorie!

Marmellata Fragole e Vaniglia

Ingredienti:

  • 1 kg di fragole lavate e private del picciolo
  • 1 limone
  • 1 bacca di vaniglia
  • 350 g di zucchero
  • 1/2 limone 


Marmellata Fragole e Vaniglia

Tagliare a pezzetti le fragole e metterle in un tegame. Unire zucchero e il limone (intero... non solo il succo... mi raccomando la pectina è nella buccia!!!!). Accendere il fuoco, portare ad ebollizione e far sobollire a fiamma media per 30 minuti circa. Se vi sembra che la marmellata sia ancora troppo liquida proseguire la cottura, abbassando il fuoco, fino alla consistenza desiderata. Aggiungere i semi di una o due bacche di vaniglia (a vostro piacere) e mescolare bene. 

Marmellata Fragole e Vaniglia

Distribuire la marmellata ancora bollente in vasi di vetro sterili. Chiudere il tappo e capovolgere i barattoli. Una volta che la confettura si sarà raffreddata etichettare e conservare in dispensa... sempre se non la finite subito :-) !!


Share:

sabato 16 maggio 2015

Torta con Crema Chantilly e Fragole

Ieri è stato il compleanno della mia mamma e per l'occasione ho voluto preparare questa delizia! Che dire l'abbinamento crema e fragole non può sbagliare e il Pan di Spagna era super soffice. Se non fosse stato per la panna, non montata ben ferma che ha reso la crema chantilly un po' lenta, sarebbe stata perfetta! Il gusto però vi giuro che era eccezionale!!!! Soffice, fresca, cremosa... la torta di compleanno per eccellenza!

Torta con Crema Chantilly e Fragole

Ingredienti:
  • un Pan di Spagna con diametro di 24 cm (qui la ricetta)
  • circa 600 g di fragole 

per la crema
  • 300 ml di latte intero
  • 250 ml di panna fresca
  • 75 g di tuorlo d'uovo (circa 4)
  • 50 g di farina 00
  • 130 g di zucchero
  • 1/2 bacca di vaniglia

per la bagna
  • 50g di zucchero
  • 50 g di acqua
  • 100 g di fragole


Preparare la bagna portando ad ebollizione lo zucchero con l'acqua per circa 4-5 minuti (in questo modo lo zucchero si inverte e non cristallizza nuovamente). Una volta fredda aggiungere le fragole frullate e mettere da parte. Fare la crema mettendo a scaldare il latte con 75 g di panna (dei 250 ml), metà dello zucchero e i semi della bacca di vaniglia. A parte montare il restante zucchero con i tuorli, in questo modo si estrae la lecitina. Aggiungere la farina setacciata al composto di tuorli e qualche mestolo di latte caldo e miscelare. Riportare il tutto nel latte e cuocere, mescolando con una frusta, fino a che non si addensa (serviranno pochi minuti). Coprire con pellicola a contatto e lasciare raffreddare. Quando è fredda, semi-montare la panna e incorporarla alla crema un po' alla volta.


Con un coltello a sega toglier la parte bruna sulla superficie del Pan di Spagna e poi tagliarlo a metà. Bagnare la base con lo sciroppo di fragola e mettere abbondante crema, coprire con il secondo strato e ripetere aggiungendo però meno crema. Decorare con fragole fresche. Se la torta non la mangiate subito cospargete la superficie con gelatina (io ho utilizzato quella spray, molto pratica)! Vi consiglio di preparare la base, la bagna e la crema pasticcera il giorno prima, mentre il giorno seguente incorporate la panna alla crema e non vi vi rimane altro che comporre la torta!

Share:

Il Pan di Spagna

Lo sapevate che solo noi in Italia lo chiamiamo Pan di Spagna? In tutto il resto del mondo si chiama Pasta Genovese (o Pate Génoise). Fu inventato a metà del settecento dal pasticcere genovese Giovanni Battista Cabona su commissione del Marchese Pallavicini che, in visita alla corte di Madrid, voleva offrire un dolce nuovo al Re Ferdinando IV. Per l'occasione il dolce fu chiamato, da Cabona, Pan di Spagna. Al Re però piacque talmente tanto che lo ribattezzò Génoise!

Pan di Spagna

Ingredienti per diametro di 24 cm:
  • 113 g di zucchero
  • 135 g di uovo (circa 2 uova grandi)
  • 75 g di tuorlo d'uovo (circa 4)
  • 75 g di farina 00
  • 25 g di fecola
  • un pizzico di sale
  • vaniglia e/o buccia di limone grattugiato 

Pan di Spagna

Il procedimento richiede un po' di tempo, ma vi assicuro che ne vale veramente la pena!! Cominciare mettendo in un pentolino le uova intere e portare sul fuoco, mescolando continuamente con la frusta fino a raggiungere 55°C (servono circa 4-5 minuti, ma se avete un termometro è meglio!!!), aggiungere poi lo zucchero, continuare a mescolare per qualche minuto fino a riportare la temperatura a 55°C (servono 1-2 minuti). Versare il composto nella planetaria con la frusta e iniziare a montare per circa 5 minuti. Non pensate di fare il Pan di Spagna con le fruste manualmente, vi passerebbe la voglia!!! Aggiungere poi i tuorli e gli aromi e lasciar montare 15-20 minuti. E' importante fare una prima montatura senza i tuorli perché se no gli albumi non monterebbero bene!
Nel frattempo setacciate farina e fecola assieme per tre volte. Trascorso il tempo adeguato, aggiungere con una spatola le farine con movimenti dall'alto verso il basso, facendo attenzione a non lavorare troppo il composto. Imburrare lo stampo, aggiungere nel centro un quadrato di carta forno (circa 5 cm per lato) e infarinare. Versare il composto, livellarlo bene e cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 25 minuti.

Pan di Spagna

Il Pan di Spagna sarà cotto quando facendo una leggera pressione con un dito sulla superficie, questa tornerà allo stato originario e se ascoltate sentirete una specie di sfrigolio. Oppure potete fare la classica prova dello stecchino. Lasciare raffreddare su una gratella per dolci, poi, una volta freddo, farcite il Pan di Spagna come più vi piace. Potete anche ricoprirlo con pellicola per alimenti e congelarlo.
Share:
© Cuor di Ciambella | All rights reserved.
pipdig