martedì 27 febbraio 2018

Plumcake Avena e Noci (Healthy & Glutenfree)

Finalmente la neveeeee! Il momento dell'anno che preferisco. Il bianco candore dei fiocchi di neve rende la mia anima leggera e la mia giornata più magica. A voi non capita?? Oggi sono stata a casa dal lavoro perché le strade erano pessime e il tempo sembrava davvero ostile. E cosa si fa quando fuori è freddo e si ha del tempo libero? Ovviamente un dolce!!! Questa volta mi sono inventata questo #superhealthy plumcake con ciò che avevo in dispensa. Non so come mai, ma a me le ricette riescono meglio quando non ho pianificato la preparazione ma semplicemente unisco gli ingredienti che mi capitano tra le mani. Questo plumcake è davvero buonissimo, ricco di gusto e di sani nutrienti, assolutamente da provare.


Soffice e profumato. Questo plumcake è perfetto per la colazione o per la merenda. Ottimo con una tazza di tè o ancor meglio con dello yogurt greco. Le noci croccanti sotto i denti, l'aroma dello sciroppo d'acero e la dolcezza della banana vi faranno venir voglia di tagliarne un'altra fetta... e non dite che non vi ho avvertito!


Ingredienti per un plumcake:

  • 80 g zucchero di canna
  • 50  g sciroppo d'acero
  •  2 uova medie
  •  80 g di ricotta
  • 130 g farina di avena integrale
  • 30 g proteine in polvere (facoltativo)
  • 40 g farina di mandorle 
  • una bustina di lievito per dolci
  • 80 g di olio di riso (o di girasole)
  • 30 g di noci tritate + q.b. per decorare
  • 1 banana matura per decorare


Sostituzioni:

Se non avete lo sciroppo d'acero: 80 g zucchero di canna + 50  g sciroppo d'acero = 120 g zucchero di canna; se non avete la farina di avena: 130 g farina di avena = 130 g farina che preferite semi integrale; se non avete neanche le mandorle da tritare finemente:130 g farina di avena + 40 g farina di mandorle = 170 g farina che preferite semi integrale.


Accendere il forno ventilato a 180°C. In una ciotola capiente montare le uova con lo zucchero e lo sciroppo d'acero. Una volta che il composto è spumoso aggiungere la ricotta e l'olio e continuare a montare fino ad ottenere un composto omogeneo. Unire le farine ed il lievito e continuare a montare. Si otterrà un composto denso e cremoso. In ultimo unire le noci tritate grossolanamente.


Versare il composto nello stampo per plumcake ricoperto di carta forno. Tagliare in due la banana e sistemarla sulla superficie del dolce. Decorare con qualche noce e infornare. Cuocere per 25 minuti a 180°C poi abbassare il forno a 170°C e lasciar cuocere per altri venti minuti. Prima di togliere il plumcake dal forno fare la prova stecchino. Lasciare raffreddare il plumcake prima di tagliarlo.


Io vado a mangiarne un fetta!!! Avete segnto la ricetta??

Share:

domenica 18 febbraio 2018

Protein Chocolate&Coconut Energy Balls (Glutenfree)

Chi mi conosce sa che io adorooooo mangiare dolci, a colazione, a merenda, insomma... è sempre un buon momento per un dolcetto! Sapendo di non poterci proprio rinunciare, per salute e per salvaguardare il mio giro vita ho iniziato questa crociata dei dolci "healthy"!!! E così anche questa volta ho cercato di rendere queste dolci e golose palline al cocco uno snack a basso impatto glicemico con pochi zuccheri (e non raffinati). Difatti sono ricchi di proteine grazie all'albume ed i semi di canapa, grassi buoni grazie alla frutta secca e molte fibre grazie al cocco. 



Tutto ciò aiuterà a tenervi sazi a lungo liberando energia lentamente. I semi di canapa decorticati sono un ingrediente che ho scoperto da poco ed il vantaggio del loro utilizzo è che sono una grandissima fonte di proteine. Difatti per 100g di semi ci sono ben 34g di proteine (100 g di pollo ad esempio ne ha 27 g). Un ottimo motivo per inserirli nelle nostre preparazioni.


Gli ingredienti per circa 6-8 balls sono:

  • 80 g di albume (circa uno)
  • 40 g di farina di cocco 
  • 40 g di frutta secca sbucciata e tritata (per me farina di mandorle, ma potete scegliere la frutta secca che più gradite o fare anche un mix!!)
  • 40 g si semi di canapa decorticati (per me Melandri Gaudenzio)
  • 50 g miele (a piacere potete diminuire o aumentare la quantità, io ho utilizzato lo xilitolo)

Si impastano tutti gli ingredienti e il gioco è fatto! Il composto risulterà abbastanza morbido ma non preoccupatevi deve essere così!  Formare delle piccole palline cercando di compattare gli ingredienti tra loro. Posizionare le palline su una teglia ricoperta di carta forno e fare una leggera pressione sul dolcetto per far si che prenda una forma meno tondeggiante e non vi rotolino via!!! Infornare a 175°C fino a colorazione, circa 10 - 15 minuti!!


Potete mangiare le balls così, ma con una copertura di cioccolato fondente vi garantisco che sono davvero spettacolari! Conservate in  un contenitore di vetro bene sigillato si manterranno a lungo. Ideali per lo spuntino o la colazione (sbriciolati nello yogurt sono una bomba ;-)), ottimi per caricarsi di energia prima e post workout, in più sono un goloso modo per riciclare gli albumi che magari vi avanzano da altre ricette!!!!

Share:

mercoledì 14 febbraio 2018

Crostata Ricotta Pere e Fave di Cacao

E per il giorno dedicato agli innamorati non una torta a forma di cuore (anche se qualche cuoricino c'è), ma ben si una crostata per il cuore! Ovvero un dolce ricco di fibre, antiossidanti e povero di grassi saturi (niente burro e niente uova)! Una frolla 100% integrale (io ho utilizzato il farro) con un morbido e goloso ripieno di ricotta, pere, cannella e granella di fave di cacao! Una crostata perfetta da mangiare in coppia, assieme agli amici, in famiglia e perché no da soli con una buona tazza di te! Una meraviglia!!


Ma perché questa crostata non solo è buona, ma fa anche bene?? Perché ci sono le pere, queste non devono mai mancare nella dieta (quando ovviamente sono di stagione), sono ottime per il buon apporto di fibre e per la scarsa allergenicità e sono consigliate in caso di problemi di digestione e per le loro  proprietà antiossidanti e antinfiammatorie. Perchè c'è la ricotta che è un latticino fresco e leggero, a basso contenuto di grassi e zuccheri. Possiede un buon contenuto di proteine e abbondante calcio, selenio, fosforo e zinco, e vitamina A, B2 e B12. L'unico svantaggio che può avere la ricotta è che contiene molto lattosio. Ovviamente non sto a ripetermi sui benefici di assumere cereali e farine integrali piuttosto che raffinate. In ultimo perchè ci sono le fave di cacao ricchissime di antiossidanti e grande fonte di magnesio utile per mantenere il buon funzionamento del sistema nervoso (potete acquistarle qui).


Ingredienti per la frolla:

  • 250 g farina di farro integrale
  • 90 g zucchero di canna
  • 60 g di acqua
  • 60 g di olio di riso (o girasole)
  • 1 pizzico di sale di Cervia
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • vaniglia o limone per aromatizzare (facoltativo)


Ingredienti per il ripieno:

  • 300g ricotta vaccina di siero 
  • 2 pere grandi
  • 70 g zucchero di canna
  • 10 g fave di cacao (per me Melandri Gaudenzio)
  • cannella q.b.

Il procedimento per la frolla è banalissimo. In una ciotola pesate tutti gli ingredienti e poi impastare fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo. Non lavoratelo troppo. Lasciare riposare la frolla avvolta da pellicola per alimenti circa un'oretta. Nel frattempo togliere la buccia dalle pere, tagliarle a cubetti regolari e cuocerle in padella per circa 10 minuti con metà dello zucchero aromatizzandole con la cannella. Montare la ricotta con lo zucchero rimasto ed incorporare le pere solo quando si saranno completamente raffreddate. In ultimo aggiungere al composto le fave di cacao.

Stendere la frolla fino a raggiungere uno spessore di di 3-4 mm, farcire con il composto di ricotta e pere e cuocere in forno a 180° per circa 35 minuti (per me forno ventilato). 

La ricetta originale di questa delizia viene dal bravo e stimato di Marco Bianchi e la trovate qui, io ho apportato piccolissime modifiche, ma è praticamente la stessa. Una vera bontà per il palato, ma anche per il nostro organismo! Un ottimo motivo per mettere le mani in pasta!
Share:

domenica 11 febbraio 2018

Pancake Proteici, quando il Foodporn è anche Healthy!

Quando ho scoperto questi pancake di albume era davvero curiosa! Poi li ho provati e ho scoperto un mondo!! Una colazione che sembra un vero #foodporn, ma che in realtà è super salutare?? Proprio così!!! Ve lo garantisco! Non bisogna essere per forza degli atleti per fare questo tipo di colazione (come avrete visto su Instagram questa è la colazione preferita di tutte le fitness girl) anche se lo sport è sempre un toccasana! Una colazione a basso impatto glicemico, senza grassi saturi, farine e zuccheri raffinati è perfetta per chiunque! In questo caso anche senza glutine. Per ogni ingrediente utilizzato vi ho messo le calorie per farvi capire che una colazione così abbondante vi apporta al massimo circa 400 Kcal e considerando che la colazione dovrebbe essere un vero e proprio pasto (anzi, forse dovrebbe essere il più abbondante) direi che può rientrare nella dieta di tutti!


Ingredienti per una persona:

  • 80 g di albume (circa 40 Kcal)
  • 15 g farina di piselli o castagne (circa 50 Kcal)
  • 20 g farina di grano saraceno (circa 68 Kcal)
  • 10 g farina di mandorle ( Kcal 58 Kcal)
  • 1 cucchiaino raso di lievito per dolci
  • 1/2 banana matura schiacciata (circa 50 Kcal)

Potete sostituire le farine con 35 g farina che più vi piace, perfetta è anche la farina di avena integrale o quella di farro (quest'ultima rende i pancake meno proteici, ma più soffici). La mezza banana può essere sostituita con 50-60 g di yogurt. La farina di mandorle può essere omessa o sostituita con proteine in polvere adatte alla cottura.

Il pancake di per se ha circa 280 Kcal l'equivalente di una brioche, ma a differenza di quest'ultima i nutriente che ne ricavate sono proteine, grassi buoni e fibre, per non parlare del basso indice glicemico (nella brioche solo zuccheri semplici e grassi saturi e ovviamente un altissimo indice glicemico).


Miscelare assieme tutti gli ingredienti e amalgamare bene con una frusta. A questo punto io lo cuocio in un padellino (preso al conad) del diametro di circa 16 cm. Con uno scottex imbevuto di olio di riso (o vegetale) ungo la padella. Verso il composto e lascio cuocere a fuoco basso con il coperchio fino a che la superficie non si rapprende. A questo punto girare il pancake e cuocere per un altro minuto. Il pancake è pronto. Quasi sempre lo preparo la sera prima e la mattina lo intiepidisco al microonde.


Potete farcire il pancake all'interno tagliandolo a metà orizzontalmente oppure sopra come i classici pancake.  Il lievito è indispensabile per la sofficità. Difatti si può notere dalle due differenti foto che quello con la farina di piselli è molto più alto di quello con la farina di castagne. Questo perché in quello con la farina di castagne ho dimenticato il lievito, ma ho lasciato la foto proprio per farvi capire la differenza! La farina di piselli è più proteica rispetto a quella di castagne, ma quest'ultima rende i pancake più golosi e soffici. Se non avete la farina di mandorle vi basta tostarle e ridurle in polvere con un mixer.


Le farciture che vedete in foto sono

per il pancake con farina di piselli:

  • 100 g di yogurt al naturale (circa 68 Kcal)
  • un cucchiaio di sciroppo d'acero  (circa 26 Kcal)
  • lamponi (circa 20 Kcal)

per il pancake con la farina di castagne:

  • un cucchiaino di miele  (circa 16 Kcal)
  • 100 g di yogurt al naturale (circa 68 Kcal)
  • 10 g di crema di nocciole (circa 54 Kcal)
  • un cucchiaino di fave di cacao (circa 15 Kcal)



Che dire golosi son golosi, bene fanno bene perché sono tutti ingredienti che possono essere inclusi in una sana alimentazione, danno sazietà a lungo e si possono preparare in anticipo! Non lasciamo solo ai fitness addicted questa delizia!! Pronti per preparare pancake??



Share:

martedì 6 febbraio 2018

Burger Buns (Panini per Hamburger fatti in Casa)

Dopo il corso di panificazione con Giorgia ed il gentil regalo di un soffice sacchettino di lievito madre non potevo far altro che provarci. Innanzi tutto dovevo provare a far sopravvivere il lievito...  erano passati cinque giorni dal corso e dovevo dare da mangiare alla bestiolina (il famoso rinfresco). Essendo sabato avevo la giornata a casa e quindi mi sono detta "perchè non provare a fare i panini?". Avete capito bene... se utilizzate lievito madre tra il rinfresco ed il resto serve una giornata (ma con il lievito di birra si dimezzano i tempi). Ma vuoi mettere la soddisfazione di preparare i panini per gli hamburger??? Noi in casa amiamo fare gli hamburger (quelli sani con carne selezionata e macinata al momento, verdure fresche e patate cotte al forno... poi in fondo al post vi metto anche la mia ricetta per la polpetta di carne) e quindi mi sono buttata sulla panificazione! Per la ricetta ho fatto un mix tra quella che ho imparato al corso e quella dell'americana Laurel Evans.

Per l’impasto di 8 panini:
  • 180 ml d’acqua calda
  • 30 g di burro, ammorbidito
  • 1 uovo
  • 450 g di farina forte tipo ‘0’(per me Mulino Pransani)
  • 30 g di malto di riso (o miele)
  • 1 cucchiaino di sale di Cervia
  • 1 bustina di lievito di birra secco (per me 250 g lievito madre)

Per la copertura:
  • 1 uovo sbattuto con due cucchiaini d’acqua
  • semi di sesamo (shop su Melandri Gaudenzio)

Mescolate tutti gli ingredienti per l’impasto (se avete la planetaria utilizzatela con il gancio) e lavoratelo per circa 15 minuti fino a quando diventa soffice e liscio (20 minuti se fate l'impasto a  mano... un ottimo antistress). Mettetelo poi in una ciotola grande (deve avere lo spazio per crescere) leggermente unta di olio e coprite con pellicola per alimenti.  Lasciate lievitare per 1 o 2 ore (con il lievito madre anche 3) a circa 28°C (ad esempio vicino ad un camino acceso o nel forno spento con la lucina accesa), finché raddoppia di volume. Riprendente in mano l’impasto, e senza manovrarlo troppo formate otto palline ripiegando i lembi verso il basso (in poche parole la pallina deve essere tutta liscia e avere la chiusura dell'impasto nella parte sotto) e schiacciatele leggermente.

Mettete i panini su una teglia leggermente unta di olio o ricoperta di carta forno, coprite con pellicola per alimenti e lasciateli lievitare per un’altra ora, finché non saranno bene gonfi (con il lievito madre anche 2 ore). Accendete il forno a 200°C. Trascorso il tempo di lievitazione spennellate i panini con l’uovo sbattuto con un paio di cucchiaini d’acqua, poi spolverate con i semi di sesamo. Cuocere nel forno già caldo fino a doratura. Serviranno circa 15 minuti.

Insomma diciamo che la mia bestiolina deve mangiare ancora un po' prima di rendere i miei panini super soffici, ma come primo rinfresco e primo lievitato solo con lievito madre sono davvero soddisfatta!


Come promesso ecco le mie dosi per 4 hamburger di media grandezza (che noi mangiamo in due o quasi ahahaha):

- 600 g di carne di vitello selezionata e macinata
- 100 g di lardo pancettato alle erbe aromatiche tritato a coltello (io lo trovo da Matteini)
- 1 uovo medio
- un cucchiaino di sale di Cervia abbondante
- pepe q.b.

Impastare il tutto con le mani e una volta omogeneo dividere il composto in 4 dischi dello spessore di circa 1.5 - 2 cm (se poi vi piace che rimanga rosato al centro se no schiacciateli un po' di più). Io per praticità li cuocio in padella con un filo di olio per circa 6-8 minuti per lato. Ovviamente la cottura varia in base al gusto. A noi piacciono rosati molto al centro!


Se invece preferite farcire i buns con burger vegetariani potete provare i burger di ricotta e bietoline oppure quelli di lenticchie e feta oppure le frittatine di zucchini con scquacquerone!

Non  mi rimane che augurarvi buon appetito!!!!

Share:
© Cuor di Ciambella | All rights reserved.
pipdig